Skip to content

Tag: multikulturnost

[S]confinati / [Ne]omejeni

[S]confinati / [Ne]omejeni
italiani sloveni e sloveni italiani a Trieste (e dintorni)
italijanski Slovenci in slovenski Italijani v Trstu (in okolici)

«Gli sloveni di confine sono gli sloveni italiani che vivono sul confine. Questo sono io: un uomo di confine! Il confine è una cosa che non possiamo attraversare. Oppure sì. Il confine è un muro, un filo spinato. (Ma fammi il piacere, Slovenia.) Il confine è sociale, è nelle nostre teste. Ecco dove nascono gli stereotipi.» Leo Černic, dal film Zamejen / Confinato

È proprio di identità, lingue, (multi)culturalismo e dei rapporti tra italiani e sloveni che parleremo sabato 24 febbraio al Ridottino del Teatro Miela all’ultimo appuntamento del Mese della cultura slovena.

L’incontro, organizzato da Cizerouno e dallo Slovenski klub, inizierà alle 18.00 con la proiezione di Zamejen / Confinato (20 min, sott. ita), film d’esordio del giovane regista Leo Černic. Seguirà un dibattito a più voci sui temi delle . Al dibattito, moderato da Poljanka Dolhar, parteciperanno la professoressa e traduttrice Darja Betocchi, il regista Leo Černic, l’esperto di comunicazione Enrico Maria Milič e il professore Luigi Pulvirenti. I primi tre parlano lo sloveno dalla nascita, gli altri due invece si sono avvicinati alla lingua slovena in età adulta…

28059001_2128590510490233_3615356127486703220_n

»Zamejski Slovenci so italijanski Slovenci, ki živijo ob meji. To sem jaz. Zamejc. Meja je stvar, preko katere ne moremo čez. Ali ja. Meja je zid, bodeča žica. (Khm, lepo prosim, Slovenija.) Meja je družbena, v glavi. Iz tega sledijo stereotipi.« Leo Černic, iz filma Zamejen / Confinato

O identitetah, jezikih, (multi)kulturnosti in odnosih med Italijani in Slovenci bo tekla beseda v soboto, 24. februarja, v mali dvorani Gledališča Miela na zadnjem dogodku Meseca slovenske kulture.

Srečanje, ki ga prirejata Slovenski klub in Cizerouno, se bo začelo ob 18. uri s projekcijo filma Zamejen / Confinato (20 min, ita podnapisi), prvega filma mladega režiserja Lea Černica. Sledil bo pogovor, ki ga bo moderirala Poljanka Dolhar, oblikovali pa ga bodo profesorica in prevajalka Darja Betocchi, režiser Leo Černic, strokovnjak za komunikacije Enrico Maria Milič in profesor Luigi Pulvirenti. Prvi trije slovenščino obvladajo od rojstva, zadnja dva pa sta se ji približala v odraslosti …

 

Commenti chiusi