Skip to content

Inizia il MESE DELLA CULTURA SLOVENA 2019: proiezione del documentario Il dilemma dell’identità

A Trieste ciclo di incontri dedicati alla divulgazione della cultura slovena

Offrire alla comunità di Trieste la possibilità di avvicinarsi alla cultura slovena e conoscere una delle anime della città È questo lo scopo della rassegna La cultura torna al centro: il mese della cultura slovena in città, organizzata anche quest’anno dall’associazione cittadina Slovenski klub in collaborazione con alcuni partner: in programma proiezioni di film, visite guidate e presentazioni di libri.

La scelta di organizzare la rassegna a febbraio non è casuale: l’8 febbraio si festeggia la Giornata della cultura slovena, festa nazionale in Slovenia in onore del poeta France Prešeren (1800-1848). In occasione di questa giornata vengono consegnati a Lubiana i prestigiosi Premi Prešeren – il maggiore riconoscimento sloveno in ambito culturale, mentre in molte realtà slovene del Friuli Venezia Giulia si organizzano piccoli e grandi eventi culturali.

Si inizia giovedí 31 gennaio alle ore 19 al Teatro stabile sloveno – Kulturni dom di Via Petronio 4 con la proiezione del film IL DILEMMA DELL’IDENTITÀ della regista triestina Sabrina Morena.

MV5BYzUxYjhmY2UtMWEwYS00MjQyLTg0MTctYjYyMDU2ZTI4YWQxXkEyXkFqcGdeQXVyOTQyMTcwMDI@._V1_SY1000_CR007271000_AL_

Cinque attrici e la loro regista preparano uno spettacolo teatrale in cui mettono in scena i destini emblematici di cinque donne delle nostre terre che hanno vissuto a cavallo della prima guerra mondiale, andando in cerca delle loro tracce e ricostruendo sul palcoscenico le emozioni e i sentimenti espressi nei loro diari, lettere e saggi. Tra loro anche Pavla Hočevar, nata a Vienna, ma dal 1910 insegnante nelle scuole slovene della Società Cirillo e Metodio di Trieste, e Marica Nadlišek Bartol, triestina, scrittrice, giornalista e redattrice del primo settimanale femminile Slovenka. Le altre donne portate sul grande schermo dalla regista Sabrina Morena sono l’attivista socialista Giuseppina Martinuzzi, la fotografa e giornalista Alice Schalek e la scrittrice Elody Oblath. Ad interpretarle un cast italo-sloveno composto da Ariella Reggio, Lučka Počkaj, Giustina Testa, Elena Husu, Marzia Postogna.

Alla proiezione saranno presenti la regista e alcune interpreti.

Ingresso 6€ (con la possibilità di acquistare al prezzo di 20€ l’abbonamento per 4 serate di cinema sloveno in programma al Teatro stabile sloveno da qui ad aprile – per maggiori informazioni www.teaterssg.it)